La storia del Cagliari
Tutta la cronistoria rossoblù, partita per partita
1974/75
Coppa Italia
Coppa Italia edizione 1974-75 con formula consueta e collaudata identica ai precedenti anni. Sempre le sedici squadre di A e le venti di B ai nastri di partenza, con prima fase precedente l’inizio del campionato avente sette gironi da cinque squadre, con gare di sola andata sul campo di una delle due contendenti, deciso dal sorteggio al momento della compilazione del calendario, a dare vita a cinque giornate, con una squadra a giornata a riposare e qualificazione per le sette prime classificate di ciascun girone.

Le quali, unitamente al detentore del torneo, dispensato dal primo turno, in questo caso il Bologna, a suddividersi in due gironi da quattro squadre ciascuno e gare, stavolta, di andata e ritorno, con seconda fase da svolgere a campionato finito e le due prime classificate a contendersi il trofeo in campo neutro, che è sempre lo stadio Olimpico di Roma. Dove giungeva per la terza volta nelle ultime quattro edizioni il Milan che stavolta deve cedere il passo alla Fiorentina.

Ancora in tono minore la partecipazione del Cagliari, che, anche in questa occasione, non riesce a superare la prima fase.

Inseriti in un girone dominato dal Torino, che vince tutte quattro le gare, i rossoblù chiudono, esattamente come un anno prima, senza ottenere nemmeno una vittoria.